Alla ricerca dei 7 Vizi aziendali. In medio stat virtus.

Alla ricerca dei 7 Vizi aziendali. In medio stat virtus.

Avviso ai naviganti: appunti di lavoro, semplici osservazioni “sul campo”, spunti e ricerche personali sono la base delle mie riflessioni. Astenersi guru e moralizzatori☺

Qualunque sia il vostro peccato personale o la vostra integrità etica, non c’è motivo di sentirsi soli, sia nel primo, sia nel secondo caso. I Vizi e le Virtù riguardano tutti e appartengono ad ogni Azienda, a tutti i livelli: Capi, Collaboratori, Colleghi e – perché no – anche Clienti.  

Si può “peccare” ed “essere onesti” in modi diversi, ma da cosa dipende?

  • Complessità del cervello
  • Meccanismi inconsci
  • Valori
  • Emozioni
  • Personalità
  • Esperienza
  • Capacità
  • Situazioni

E se invece, fosse una questione di SCELTA?

Non lo so!

O meglio, non so ancora rispondere. Speriamo di s-chiarire le idee, strada facendo…

Cominciamo!

Prima di cadere in qualche vero e proprio vizio capitale (indovinate quale?), che potrebbe ostacolare la scrittura di questa breve introduzione, partiamo subito con un ESERCIZIO che ci guiderà nella ricerca dei 7 Vizi aziendali.

Quale, tra i seguenti vizi, avete commesso questo mese sul lavoro?

  1. Imprudenza
  2. Viltà
  3. Ingiustizia
  4. Intemperanza
  5. Prevaricazione
  6. Ostinazione
  7. Indisciplina

Come supporto al vostro esercizio, potete far riferimento anche ai 7 Vizi capitali:

  1. Ira
  2. Ingordigia
  3. Avarizia
  4. Invidia
  5. Lussuria
  6. Accidia
  7. Superbia 

Stilate la vostra lista, in base alla frequenza, assegnando il valore 1 al peccato commesso più spesso, il valore 2 al successivo e così via…

E la Virtù?

La virtù è una disposizione abitudinaria riguardante la scelta, e consiste in una medietà in relazione a noi, determinata secondo un criterio, e precisamente il criterio in base al quale la determinerebbe l’uomo saggio. Medietà tra due vizi, quello per eccesso e quello per difetto (Aristotele, Etica Nicomachea, II, 6)

In medio stat virtus. La Virtù sta nel mezzo. 

In base a… cosa? Ad un criterio.

Quale criterio? Quello dell’uomo saggio.

Facile no? 😉 Mh… Non esattamente!

Ho svolto una ricerca – che non ha la pretesa di essere esaustiva – e vi propongo la sintesi dei concetti più ricorrenti, nella definizione delle virtù.

  1. Giustizia
  2. Coraggio
  3. Temperanza
  4. Liberalità
  5. Magnificenza
  6. Magnanimità
  7. Mansuetudine

Di seguito, altre ricorrenze emerse durante il mio studio:

  1. Pazienza
  2. Disciplina
  3. Generosità
  4. Amore
  5. Continenza
  6. Operosità
  7. Umiltà

Ritornando all’esercizio iniziale: integrate adesso la mia ricerca sui concetti associati a Vizi e Virtù.

Se volete, scrivetemi, indicando la virtù che “si è messa in mezzo” al vostro vizio… preferito! 🙂 Sarà molto utile per me, quando tornerò a parlare di Vizi e di Virtù aziendali, nei prossimi post!


Giuliano Caggiano

Commenti

  1. Giuliano, si prende sempre spunto positivo da quello che scrivi… posso dirti che le virtù ( sono due .. per fortuna) pazienza ed operosità sono quelle che mi permettono ultimamente di “arginare” uno dei vizi che maggiormente mi colpisce in questo ultimo periodo che è quello dell’imprudenza/ora.
    A presto e… grazie 😊 sempre 👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *