Le competenze chiave del coaching – #1 Ottemperare alle linee guida etiche e agli standard professionali

Le competenze chiave del coaching – #1 Ottemperare alle linee guida etiche e agli standard professionali

Comprendere l’etica e gli standard del coaching e essere in grado di applicarli in maniera appropriata in tutte le situazioni di coaching.

L’essenza del coaching: 

liberare il potenziale delle persone 

per massimizzare le loro prestazioni. 

Aiutarle ad imparare  | T. Gallwey

Nel precedente post, ho introdotto una visione d’insieme delle 11 competenze chiave del coaching secondo ICF – International Coaching Federation. Come promesso, oggi approfondirò la prima competenza, con l’intenzione di condividere alcune modalità per declinarla concretamente.

COME? 

  1. Spiego al coachee che cos’è il coaching e che cosa non è il coaching (differenze dalla psicoterapia, dal counseling, dalla consulenza… etc).
  2. Comprendo e verifico se il coachee porta un aspetto della sua vita, un argomento che è trattabile con il coaching;
  3. Comunico apertamente che cosa penso in merito alla possibilità di offrire supporto al coachee sulle questioni che porta nel setting;
  4. Faccio un riferimento ad ICF ed al Codice etico.

METODO

COMUNICAZIONE: trasparente, semplice, chiara, aperta, accogliente…

RISULTATO 

  • il coachee ha chiarezza in merito a ciò che può aspettarsi da una sessione di coaching;
  • si sente a proprio agio, ascoltato, libero di esprimersi, al sicuro.

PER APPROFONDIRE 

In “Coaching, Come risvegliare il potenziale umano nel lavoro, nello sport e nella vita di tutti i giorni”, John Whitmore sostiene che

nel coaching il modo in cui si fanno le cose è importante quanto le cose in sé. Il coaching dà risultati perlopiù grazie alla relazione di sostegno tra il coach e il proprio cliente, ai mezzi e allo stile della comunicazione che vengono utilizzati”.  È bene spiegare al cliente che egli “non acquisisce i fatti dal coach, ma li attinge al proprio interno, stimolato dal coach. L’obiettivo di potenziare la performance è essenziale: la questione è come ottenerlo al meglio. 

 


Alessia De Carli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *